Guterres in Libano. Roger Eddé: “Applicare la risoluzione 1559”

Condividi articolo:

SEGUICI SU TELEGRAM:

L’attenzione della comunità internazionale sul Libano rimane molto alta.

Visita in Libano per il Segretario Generale ONU António Guterres. Ha avuto un lungo colloquio con il Generale Aoun nel quale ha rimarcato l’importanza delle elezioni previste per la prossima primavera e poi successivamente con il premier Mikati e con lo speaker Berri.

L’ex presidente del Portogallo ha incontrato i leader religiosi tra cui il patriarca maronita del Libano, il cardinale Bechara Rai, e il muftì della Repubblica, Sheikh Abdellatif Deriane ricordando i valori fondativi del Paese dei Cedri ovvero “apertura, tolleranza e convivenza”.

Guterres ha visitato anche l’area del porto di Beirut devastata dall’esplosione del 4 agosto 2020 e ha reso omaggio alle oltre 200 vittime, rimarcando la necessità di un’indagine “trasparente e imparziale” per fare piena luce sui fatti e le responsabilità.

Beirut, 4 agosto 2021: manifestanti chiedono piena applicazione della risoluzione 1559.

A stretto giro arriva l’invito dell’Avvocato Roger Eddé, fondatore del Partito della Pace, ad agire il prima possibile implementando la risoluzione 1559, per rendere il paese sovrano e libero da milizie irregolari.

“Salvare il Libano è necessario e indispensabile ma per farlo occorre prima dichiararlo Stato fallito”, ha scritto.

Cerca un nuovo articolo

Resta sempre aggiornato

Scopri Il Tazebao

Ho letto la Privacy Policy

Il Tazebao

Scopri altri articoli