Buon Ferragosto, ma sì accontentiamoci…

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email

SEGUICI SU TELEGRAM:

Stamattina stavo leggendo le poesie sulla Maremma del Principe di Cerveteri Francesco Ruspoli. Reazionario senza dubbio lo avremmo definito, coglie, però, lo spirito profondo, animale e misterico di questa terra che io, carducciano, amo. Ce n’è una in particolare: Virgilio, lui è “confinato nei sei ettari affidatigli dall’ente Maremma” ed esce di notte “quando il cielo, impazzito di stelle, confonde le limitate barriere”. Ora non avrebbe più gli stessi problemi: la Maremma del “ballo contadino” che Gassman e Trintignant si fermano a guardare, tra il curioso e l’ammirato, nel Sorpasso, dopo aver lasciato il castello di Occhiofino, ricordate, non esiste più e i sei ettari, dopo essere transitati attraverso qualche esperienza cooperativa sono per lo più rientrati in possesso degli eredi di quelli che Medici e Fanfani espropriarono. È la transizione ambientale, nel senso dei “salotti buoni”.

Dello stesso autore

Craxi 21 anni dopo, Ricordi tu le vedove piagge del mar toscano… – Il Tazebao


Resta sempre aggiornato con Il Tazebao

Unisciti al gruppo Telegram per ricevere i nostri approfondimenti appena usciti. Instagram sarà il nostro supplemento fotografico. I video animano il nostro canale YouTube. Infine, inviando una mail all’indirizzo della redazione (redazione@iltazebao.com) puoi ricevere la newsletter settimanale.

Cerca un nuovo articolo

Resta sempre aggiornato

Scopri Il Tazebao

Ho letto la Privacy Policy

Il Tazebao

Scopri altri articoli

Una storia di libertà

Quiriti, non è così facile rinunciare di netto e senza opporsi a una lunga e comune storia di libertà. Certo,