Cerca
Close this search box.

Dismissioni: Unilever e Cornetto si separano. 7500 posti di lavoro in meno. Il Tazebao del giorno

Condividi articolo:
SEGUICI SU TELEGRAM:

Il Tazebao – Nonostante il clamore mediatico sulle «481.000 assunzioni in più nel 2023», è di poche ore fa la notizia confermata che altri 7.500 posti di lavoro verranno tagliati nel contesto della dismissione e della frammentazione del comparto produttivo nel nostro Paese: stavolta, a determinare ciò, è la separazione da Unilever della divisione gelati, la quale possiede 5 dei 10 primi marchi mondiali tra cui Walls (che include il Cornetto) e Magnum, per assumere la forma di una «business stand-alone». Un piano, sostiene la direzione, che «garantirà un risparmio da 800 milioni di euro» e che, tra le altre cose, sembra esser stato gradito dalla Borsa, nella quale Unilever ha registrato subito un balzo del 6%. Questo spin-off, mirato a «trasformare Unilever in un’azienda a maggiore crescita e con margini più elevati che fornirà risultati coerenti a tutti gli stakeholder» (nelle parole del suo presidente Ian Meakins), inizierà subito e se ne stima la conclusione per la fine dell’anno prossimo. (JC)

Cerca un nuovo articolo

Resta sempre aggiornato
Scopri Il Tazebao

Ho letto la Privacy Policy

Il Tazebao
Scopri altri articoli
Resipiscenza

Il Tazebao – Non ci sono soluzioni facili. Le scorciatoie sono i veri vicoli ciechi. Il momento, ci ricorda quel