Il Tazebao

Un manifesto per una critica della contemporaneità

Il Tazebao

“5 maggio 1966. Sul portone del Comitato Centrale Mao Zedong affigge il suo primo dazebao. Il messaggio è inequivocabile. «Bombardate il quartier generale!». Era un atto di sfida contro i vertici del Partito. Da lì sarebbe iniziata la Rivoluzione Culturale. A quel geniale strumento di lotta e protesta, che fu mutuato nel nostro Sessantotto, ci ispiriamo per gridare anche noi, a caratteri cubitali, il nostro dissenso al pensiero unico”.

Resta sempre aggiornato

Scopri Il Tazebao

Ho letto la Privacy Policy

Se adesso proprio tutto è medicina

Lo studio del biopotere, una forma di potere che si espande all’ambito della vita, permette di prendere coscienza di quei sistemi, talvolta sofisticati, di regimentazione

Una storia di libertà

Quiriti, non è così facile rinunciare di netto e senza opporsi a una lunga e comune storia di libertà. Certo, oggi vanno di moda i