Categorie
Nessuno indietro

La rampa per le persone con disabilità alla scuola media Dino Compagni si farà

«Vinta una battaglia di civiltà»

Firenze, 8 giugno 2021La realizzazione della rampa per persone con disabilità rientra nei lavori del Comune di Firenze programmati per l’estate. Come si legge in una nota del Comune di Firenze di oggi “(…) alla secondaria di primo grado Dino Compagni, nel Quartiere 2, saranno realizzate la nuova rampa per disabili ed eseguite sistemazioni esterne”. Una vittoria per Ginevra Risaliti che oramai da due anni si batte per far entrare suo figlio dall’ingresso principale di via Sirtori e per i cittadini che hanno sostenuto il suo ricorso.

“Grazie alle vie legali siamo riusciti a sbloccare lo stallo” sottolinea Lorenzo Somigli che ha supportato Ginevra nel ricorso. “Apprezziamo che il Comune si sia impegnato a sanare questa mancanza – la rampa era prevista nel capitolato – che, come evidenziato nell’ordinanza della giudice Guttadauro del 1° marzo scorso, cagionava una discriminazione indiretta verso Niccolò. È stata una battaglia di civiltà – conclude – per Niccolò, che ha sconfitto l’apatia e l’indifferenza di molti, e, soprattutto, per tutelare tutti coloro che partono indietro e che, invece, attraverso la scuola e l’apprendimento possono realizzarsi. Adesso vigileremo sulla realizzazione della rampa”.

Sulla vicenda: https://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/21_marzo_08/firenze-ecco-rampa-disabili-scuola-dino-compagni-1aa78350-802a-11eb-995b-e216d997e2be.shtml


Resta sempre aggiornato con Il Tazebao

Unisciti al gruppo Telegram per ricevere i nostri approfondimenti appena usciti. Instagram sarà il nostro supplemento fotografico. I video animano il nostro canale YouTube. Infine, inviando una mail all’indirizzo della redazione (redazione@iltazebao.com) puoi ricevere la newsletter settimanale.

Categorie
Mundus furiosus

Sicuro come… un Re (parte 2). Al riparo dal cyber-rischio

La rete ci porta lavoro, ci mantiene in contatto ma ci espone anche a nuovi rischi e per proteggersi occorrono strumenti assicurativi adatti. E Reale Mutua ha sviluppato la soluzione adatta.

La nostra vita si sta spostando online. La digitalizzazione sta cambiando alla radice le nostre abitudini, relazioni, processi produttivi, tempi. Le nostre società sono adesso irriconoscibili rispetto non a dieci, non a cinque, ma solo rispetto a due anni fa. E la tragedia della pandemia di Coronavirus, come spesso accaduto nel corso dei secoli, ha impresso un’accelerazione mai vista a questo processo di cui vedevamo prima soltanto l’inizio.

Nuovi rischi da coprire

Come ogni trasformazione della nostra storia più recente o passata porta con sé opportunità e problemi. La rete ci ha squadernato confini mai visti, ci ha aperto alla conoscenza. Ci ha tenuti vicino anche nei mesi difficili permettendoci di continuare a lavorare.

Secondo il Report Digital 2020, quindi prima della pandemia, l’utente medio trascorreva al giorno quasi due ore sulla rete. Un dato di cui tener conto è che il 31% degli utenti usa social media per motivi professionali rispetto a poco più del 10% degli anni passati.

È chiaro che i rischi ai quali siamo esposti sono potenzialmente infiniti. Prima ci esponevamo al rischio uscendo di casa, prendendo la macchina, lavorando in azienda, oggi mettiamo a rischio noi, il nostro patrimonio, la nostra identità sulla rete. Compriamo regolarmente sulla rete, costruiamo relazioni attraverso i social network (e talvolta attraverso app specifiche), condividiamo informazioni e ne archiviamo in grande quantità spesso in database obsoleti e facili “da bucare”. Tutto questo è particolarmente allettante per i malintenzionati e, oltre ad un comportamento oculato e consapevole, dobbiamo imparare a proteggerci.

  1. Hai mai pensato a quante informazioni regolarmente condividi con l’esterno senza prevederne le conseguenze e, anzi, con troppa disinvoltura? Spesso senza nemmeno avere back-up o altre “riserve” dei tuoi dati sensibili.
  2. Hai mai pensato a quali danni potrebbe procurarti un sito offline per colpa dell’attacco di hacker? Non parliamo di un e-commerce, i danni sarebbero incalcolabili!
  3. Hai mai pensato a quanto potrebbe costarti, in termini economici e di reputazione, la sottrazione e la perdita dei dati dei tuoi clienti depredati da ignoti e diffusi ad altri malintenzionati? Tutti ci penserebbero due volte prima di affidarsi a te…
  4. Lo sai che se un tuo cliente clicca su una mail inviata da un malintenzionato che si spaccia per te può produrti conseguenze anche legali?
L’impegno di Reale Mutua per proteggerti dai nuovi rischi digitali

I rischi evolvono e il nostro lavoro di assicuratori cambia di conseguenza e Reale Mutua, come sempre nella sua lunga storia, interpreta i cambiamenti e li traduce in strumenti calibrati sulle esigenze. Forti della nostra esperienza al fianco di aziende, soprattutto PMI, e professionisti abbiamo pensato ad una soluzione contro il cyber-crimine e gli attacchi informatici. Cyber-risk Reale 2.0 copre le perdite pecuniarie in caso di attacchi informatici, protegge dai danni causati a terzi attraverso i propri sistemi, offre una tutela legale in caso di violazioni alla privacy e danni causati a terzi. Essa permette quindi:

  1. Ripristino dei dati e sistema informatico;
  2. Spese derivanti da violazione privacy;
  3. Tutela in caso di imputazioni penali derivanti da diffusione di materiale multimediale.

Stefano Ferroni – Reale Mutua Calenzano

Per saperne di più su Reale Mutua Calenzano: https://www.assicurazionialbaferroni.it/

© Riproduzione riservata


Resta sempre aggiornato con Il Tazebao

Unisciti al gruppo Telegram per ricevere i nostri approfondimenti appena usciti. Instagram sarà il nostro supplemento fotografico. I video animano il nostro canale YouTube. Infine, inviando una mail all’indirizzo della redazione (redazione@iltazebao.com) puoi ricevere la newsletter settimanale.