Cerca
Close this search box.

Quadri etruschi raccontano: la nuova mostra (da non perdere) al Museo Archeologico “Isidoro Falchi” di Vetulonia

Condividi articolo:
SEGUICI SU TELEGRAM:

Il Tazebao – Stupisce ancora una volta il Museo Archeologico di Vetulonia, che porta il nome di colui che riscoprì la Vatluna etrusca, Isidoro Falchi. Fino al 5 maggio prossimo sono esposti 4 veri e propri fotogrammi, provenienti da Cerveteri e sottratti al mercato clandestino grazie al lavoro di Guardia di Finanza e Soprintendenza, che rappresentano, tra le altre, alcune scene del mito greco come il duello tra Achille e Pentesilea.

Una conferma di come la Maremma “marittima” fosse – allora Vatluna si affacciava sul poi bonificato lago di Prile – punto di contatto e di scambio in un sistema fortemente integrato di “pianure liquide” nel quale i miti navigano e si assorbono, le tombe assumono conformazioni analoghe, le tecniche pittoriche come gli usi si contaminano.

Ennesima mostra di elevato valore per il MuVet che inaugura la stagione 2024; l’anno passato ha visto la presenza di straordinarie opere come i due Corridori, colti proprio l’attimo prima di scattare, del Museo Archeologico di Napoli e il Gladiatore vulneratus deficiens della Collezione Farnese, non trionfante ma ferito.

Cerca un nuovo articolo

Resta sempre aggiornato
Scopri Il Tazebao

Ho letto la Privacy Policy

Il Tazebao
Scopri altri articoli
Resipiscenza

Il Tazebao – Non ci sono soluzioni facili. Le scorciatoie sono i veri vicoli ciechi. Il momento, ci ricorda quel