“Dove l’amore parla… più forte”. Il progetto della Piccola Missione per Sordomuti in Congo possibile grazie alla vendita gestita da REMAX Ideale

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email

SEGUICI SU TELEGRAM:

Una scuola speciale per la formazione e l’avviamento al lavoro

A concretizzare la vendita è stato Leonardo Gestri agente di REMAX Ideale e da sempre impegnato nel sociale

Da Firenze a Butembo nel segno della solidarietà verso coloro che partono indietro e che potrebbero restarci. Dalla vendita di un complesso immobiliare a Firenze prenderà vita un centro scolastico polivalente a Butembo, città della Repubblica Democratica del Congo con oltre un milione di abitanti. Grazie alla vendita di quegli immobili siti in via di Ripoli la Piccola Missione per i Sordomuti, fondata a Bologna dal Venerabile Don Giuseppe Gualandi nel 1872 e attiva in Italia, Filippine e Brasile, realizzerà una scuola speciale per bambini e bambine sordomute.

A rendere possibile la vendita che finanzierà la costruzione della scuola è stato Leonardo Gestri, assistente immobiliare di REMAX Ideale e da sempre impegnato nel sociale. Gestri è stato, infatti, presidente di UNITALSI Firenze per dieci anni:

“Il mio incarico in UNITALSI mi ha permesso di mettermi nei panni di chi soffre e di aiutare concretamente tante persone. È un’esperienza che ti lascia dentro molto e che ti porti dietro per sempre. Anche per questo sono ben lieto di unire lavoro e solidarietà e di aiutare la Piccola Missione per i Sordomuti”.

L’iniziativa è volta a favorire la formazione e, grazie alla presenza di laboratori artigiani, l’autoimprenditorialità delle persone che, oltre a nascere in un contesto difficile, si trovano private dell’udito. Il sistema sanitario della Repubblica Democratica del Congo, fiaccato dalla guerra e dal terrorismo, è ancora carente, mentre le campagne vaccinali quasi del tutto assenti: questo si traduce in un aumento di malattie come rosolia, meningite, otiti causa di sordità. Da qui la scelta di aprire una struttura del genere a Butembo.

“La sordità è un handicap invisibile, isola i bambini e per questo dobbiamo intervenire, per ricostruire intorno al loro un mondo vivo e aperto. A maggior ragione in questi contesti di estrema marginalità” dichiara Padre Savino Graziano Castiglione Superiore Generale e Rappresentante Legale della Piccola Missione e già impegnato in precedenza, dal 1988 al 2001, nelle Filippine per un progetto analogo dedicato alle persone con sordità.

Dalla nostra sezione sul sociale e sulle disabilità

Il ricordo dei nostri animali dura per sempre grazie ad ARCA, il primo cimitero virtuale – Il Tazebao

“Il nostro dolore invisibile”: Rosaria Mastronardo racconta la sua fibromialgia e l’impegno a favore dei malati – Il Tazebao


Resta sempre aggiornato con Il Tazebao

Unisciti al gruppo Telegram per ricevere i nostri approfondimenti appena usciti. Instagram sarà il nostro supplemento fotografico. I video animano il nostro canale YouTube. Infine, inviando una mail all’indirizzo della redazione (redazione@iltazebao.com) puoi ricevere la newsletter settimanale.

Resta sempre aggiornato

Scopri Il Tazebao

Ho letto la Privacy Policy

Il Tazebao

Scopri altri articoli